Biancomangiare

Se un giorno vi capiterà di passare per Ragusa Ibla, fermatevi a dormire al Bed and Breakfast di Palazzo Castro, non soltanto per le stelle, la luna e la Cupola Di San Giorgio che esploderanno nella notte silenziosa sulla terrazza e non soltanto per le stanze che avranno un numero e un nome di fiore e pavimenti di ceramiche antiche su cui ha camminato scalza la Storia.
Andateci soprattutto per la colazione, almeno finchè verrà servita insieme agli attuali proprietari, l’Ufficiale Capodicasa e la sua Signora.
Lui vi racconterà con orgoglio le specialità ragusane che sono sulla tavola, vi indicherà con sdegno una ciotola di merendine confezionate qualora voleste proprio, a tutti i costi, “mangiare popolo”… ma, vi avverto, farete molta fatica a contraddire un uomo che somiglia moltissimo a Leonardo da Vinci, farete come dice lui.
In quella cucina senza tempo, tra pentole di rame e cassettiere barocche, ricordo di essermi sentita bambina in un’infanzia siciliana in prestito: assaggiavo a cucchiaini lenti il biancomangiare adagiato sopra una foglia di limone e ascoltavo con occhi curiosi quella signora dolce che tanti anni prima aveva lasciato la Toscana per la Sicilia, barattando bellezza e famiglia con bellezza e amore.
Guardavo l’orologio sul muro e per un attimo mi sembrava che quella madre adottiva mi dovesse ricucire un bottone prima di andare a scuola.
Delle sue parole, timide e gentili, alcune le avevo trascritte nel mio taccuino rosso e sono queste:
Ricetta del biancomangiare (ottimo come ricostituente per i bambini convalescenti):
– 1 litro di latte parzialmente scremato
– 100 g di zucchero
– 150 g di amido di mais
– scorza di limone
Mescolare col frustino. Far bollire. Far raffreddare a temperatura ambiente. Versare nelle formine di Caltagirone (o altre meritevoli formine) precedentemente bagnate. Mettere in frigo. Servire, immancabilmente, sopra una foglia di limone.

Fotografia (B. De Vito): Ragusa Ibla con panna, 2010

Annunci

Informazioni su Badev

Looking for poetry in this and that.
Questa voce è stata pubblicata in Frequent flyer e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Biancomangiare

  1. laura ha detto:

    brava…brava….io adoro il biancomangiare…torno piccola anch’io e rivivo il piacere di quando mia nonna me lo preparava….
    ora vado a comprare i limoni e mi metto ai fornelli….

  2. Barbara De Vito ha detto:

    Laura, io che do una ricetta a te: è il mondo capovolto!

  3. kalissa2010 ha detto:

    Scusa.
    Mi intrufolo tra i Tuoi pensieri anche qui.
    Non ho resistito.
    Ho seguito una foto, poi un’altra.
    Ho letto il tuo testo che accompagnava la foto di “qull’interno giorno”
    e l’ho trovato “pittorico”.
    Pennellate morbide e lente e la storia si componeva.
    Ho seguito il filo d’Arianna e sono arrivata qui.
    Ho scelto questo post per lasciare il mio saluto, ma ho letto a ritroso fino all’inizio.
    Mi ricorderò di questo blog, se non ti dispiacerà, per tornare a leggere,
    con calma, anche il resto.
    Adoro la Sicilia, ma non sono mai stata a Ragusa Ibla, ne ho mai assaggiato questa delizia, ma adesso, mi sembra di sentirne il sapore:
    l’Ufficiale Capodicasa e la sua Signora, saranno contenti vedendo sulla mia faccia un’espressione beata.
    A presto.
    Kali

    • Badev ha detto:

      Cara Kali, grazie a te di tutto il tempo che avrai dedicato a leggere e a guardare le fotografie. Sono passata anch’io dal tuo blog. A presto 🙂

  4. pupanna ha detto:

    per noi era il dolce della malattia. La mamma lo cucinava e ce lo serviva a letto. Immagina che goduria per un bambino febbricitante! Niente foglia di limone ma andava bene lo stesso … Un gusto semplice e fresco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...