Affidarsi a un astro

Contrariamente al solito, da due giorni è piovuto su Glasgow un sole strordinario.
Da quando l’astro madre del sistema solare ha fatto la sua comparsa in maniera davvero credibile, collants, calzini, golfini e magliette (mai vista tanta gente a torso nudo in una località non di villeggiatura) sono scomparsi dentro un nonsodove interplanetario, sfuggendo alle orbite d’ordinanza. 
Le ragazze, tutte sorriso ed efelidi, con orgoglio si mostrano reciprocamente le loro abbronzature da fototipo I e II che in medicina si chiamano eritemi solari, ma io sto zitta, perchè qui con i miei occhi castani, anche se fotoprotetta, sono in netta minoranza (e comunque per simpatia sono spuntate subito delle lentiggini sul naso anche a me).
Ieri, che era una giornata splendida come oggi, ho camminato tantissimo, ho percorso a piedi tutta la Byres Road, la Great Western Road, la Sauchiehall Street e la Buchanan Street, saranno almeno due o tre miglia. Su ogni fazzoletto di prato ho visto persone sedute a chiacchierare, a leggere, o sdraiate a schiacciare un pisolino o a improvvisare pic-nic e suonate collettive, con una contentezza che ti faceva pensare alla luce come a una benedizione o una ricompensa. Non c’è stato negozio in cui non mi abbiano detto “enjoy the weather!” e la fila di persone in coda per il gelato davanti al “Nardini’s” era proprio sintomo di bel tempo.
Anche adesso, dalla finestra di casa, vedo il Clyde che scorre quieto e luminoso e gli si specchia dentro questa parvenza d’estate. Ogni tanto passa un gabbiano e grida, segno che il Mare non è lontano.
La città mi ha accolta con la sua faccia più bella per darmi l’abbraccio di benvenuto, allora oggi per festeggiare il caldo prepariamo fusilli con pomodorini ciliegini…dell’Isola di Wight. Sulla scatola c’è scritto “Piccolini Cherry Tomatoes”, per la precisione.

Foto (B. De Vito): Glasgow, St George’s Cross – ieri pomeriggio

Annunci

Informazioni su Badev

Looking for poetry in this and that.
Questa voce è stata pubblicata in My Scottish Life e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Affidarsi a un astro

  1. Ugo Comollo ha detto:

    I love freckles.
    Nice on Glasgow to welcome you. But please do not get used to it… ^_^

  2. Barbara De Vito ha detto:

    More and more on my face.
    In inglese per giunta, grazie per aver reso il mio blog più “international”, Ugo 🙂

  3. ricbranca ha detto:

    Un così gioioso (e peraltro meritato) benvenuto dall’astro più importante!
    Chi altri può vantare un simile evento nel proprio curriculum?? ;))

  4. Virna ha detto:

    fototipo I e II…forse ho sbagliato città dove vivere…

  5. riruinglasgow ha detto:

    Sai che non avevo capito che arrivavi proprio a Glasgow, pensavo in un generico UK. E dove sei, cosa fai? sono curiosissima. Benvenuta qui!

  6. maluni ha detto:

    che sorridere mi fai!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...