Caterina

8578004307_c52dcc08fc_o Caterina,
che hai due occhi, due mani, due piedi e due giorni.
Jacques Brel ti canterà in un orecchio che la vita non fa regali, ma tu ascolta Louis Armstrong e prepara una valigia sempre, che non avrai un tempo migliore di quello che si svela all’improvviso al tuo sguardo dalla trasparenza di un finestrino.
Consuma le tue scarpe, cammina tutto il mondo che puoi, lascia che ti bruci il viso, stringiti forte dentro un cappotto, arrampicati su un animale altissimo, assaggia il cibo che non hai mai visto prima, vai, nuota, vola, corri, esplora, con l’energia di tre miliardi e mezzo di anni nelle tue gambe, commuoviti di meraviglia e di stupore.
Sii il tuo deposito-bagagli, ma conserva una copia della chiave dei tuoi ricordi per qualcuno che amerai davvero, che sia per poco o per sempre, e raccontaglieli con passione.
Impara a far suonare la tua voce, che sia musica in ogni direzione, che sia vibrante, autentica, intelligente. Protesta forte per ciò che conta, per i sogni, come per la concretezza, rispettando il senso reale delle parole che usi.
Abbi mani generose per gli altri, protendile al momento giusto, chiedendoti la vera ragione per cui lo stai facendo, senza prenderti in giro che caderci è un attimo.
Mettiti quieta in ascolto, piccola, piegata come una lettera C nelle braccia di tua madre, per ora annusaci soltanto, impara l’aria, i suoni, il clamore della luce, e noi, il più delicatamente possibile, faremo per te tutto il nostro meglio.

Foto (B. De Vito): Incamminarsi

Annunci

Informazioni su Badev

Looking for poetry in this and that.
Questa voce è stata pubblicata in Interior whereabouts, People around me e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

29 risposte a Caterina

  1. the pellons' ha detto:

    Impara impara e non smettere mai.

  2. Virginia R. ha detto:

    “E la vita Caterina lo sai non è comoda per nessuno”
    Sorridi e ridi, Caterina, ma assapora tutte le lacrime.

  3. Pim ha detto:

    Poniti tutte le domande del mondo, Caterina, ma non aspettarti risposte, se non quelle che imparerai – faticosamente – a trovare dentro di te.

  4. riruinglasgow ha detto:

    Ho amato cosí tanto questo post!

  5. graziaballe ha detto:

    Cara Caterina,
    mantieni un punto di vista personale sulle cose.
    Perchè l’80% delle tue compagni di classe avranno Ipad giganteschi e giochini infernali e borsette e smalti da pensare che esistano solo quelli, che la scuola si, ci si va, ma davvero…che palle, fare il minimo indispensabile oppure essere la prima della classe ma perchè ho la mamma in carriera e io sarò come lei.
    Ma tu no, fai vedere che non è sempre così. Che le cose si fanno per quella curiosità che ti auguriamo tutti di mantenere salva e intatta.
    E poi ti auguriamo tanta forza, che la fatica più grande sta nel trascinare le idee al di là del muro.
    (ecco, vedi? sei talmente brava quando scrivi e tocchi talmente dentro non mi riesce di non essere me stessa…confesso che il periodo adolescenziale mi sta massacrando).

    • Badev ha detto:

      Cara Grazia, grazie per aver nutrito il mio ” viatico” per Caterina, sembriamo proprio delle vecchie zie..! In ogni caso son parole sante. Ti do un bacio. (Ps. Quello tuo o del ramarro ti sta massacrando..? 😉).

  6. machi ha detto:

    ogni volta che leggo le tue righe mi si appoggiano le lacrime negli occhi, la pelle un po’ vibra e sento il cuore sorridere

  7. massimolegnani ha detto:

    “per ora annusaci”. Già è così che iniziano a conoscere il mondo!
    bello, bello questo piccolo breviario di vita futura.
    ml

  8. prishilla ha detto:

    Un bellissimo benvenuto. E, come dice quel tale, in quel film: ‘sii cauto nell’accettare consigli,
    ma sii paziente con chi li dispensa, i consigli sono una forma di nostalgia….’
    Prish

    • Badev ha detto:

      Ha ragionissima quel tale, io stessa volevo continuamente frenarmi mentre scrivevo, ma spero che lei più avanti capirà. Bacione Prish!

  9. Marina Prete ha detto:

    Una poesia, un dolce canto……. Non aggiungo altro. Bravissima, Marina Prete

  10. lauraapalmer ha detto:

    Un canto alla vita…bellissimo, denso e sincero!

  11. Ellis ha detto:

    Capito qui e trovo queste parole… meravigliose.
    Questa frase la trovo stupenda: “Abbi mani generose per gli altri, protendile al momento giusto, chiedendoti la vera ragione per cui lo stai facendo, senza prenderti in giro che caderci è un attimo”

    • Badev ha detto:

      Ciao Ellis, benvenuta! Quella frase è spesso la chiave utile per la vita di tutti i giorni, domandarsi il perché, prendersi la responsabilità del fare e del dire.

  12. Topper ha detto:

    Bellissime parole. Sono appena diventato zio per la seconda volta, me le sento cucite addosso.

  13. gelsobianco ha detto:

    Bellissimo, dolce e vero canto per Caterina.
    “…senza prenderti in giro che caderci è un attimo.”
    Segui queste parole, piccola C! Prenditi sempre la responsabilità del tuo agire!
    “per ora annusaci soltanto”
    Ecco, per ora fai questo per iniziare a conoscere ciò che ti circonda.
    Poi…

    Grazie.
    🙂
    gb

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...