Continua a raccontarci il mondo, esploratrice.

68183267-senza-soluzione-di-continuitacc80-nautica-modello-corda-endless-illustrazione-marina-militare-con-il-bianc1-e1529081074354.jpg

Vai, coraggiosa che non sei altro.
Perché ci saresti piaciuta meno se non fossi fatta realmente di quei deserti che percorri e di quelle montagne che scali senza paura.
Certo che resti allo stesso indirizzo, allo stesso numero di cellulare, ma è stato così difficile stasera, per un granchio come me, guardarti dallo scoglio, già protesa nella tua nuova onda.
Nella tua “meritata” onda, timido e tenero comandante, che sarà un’onda calma, un porto di navi ordinate, colorate, sicure, la flotta fortunata per la quale saggiamente, attraverso diversi mari, hai di certo imparato a fare tutti i nodi.
Ovvio che andremo a teatro e al cinema e a cena fuori, ma è la routine a volte la scatola magica, la polveriera quotidiana delle emozioni, di quei rapidi sorrisi di contrabbando, delle parole vere che anche in mezzo alla fatica dei turni di guardia riusciamo a scambiarci e di cui, ritornati a casa, ci ricordiamo come di qualcosa che sa anch’esso di casa, di tempo condiviso che giorno per giorno ci va cucendo insieme, uno addosso all’altro, come un unico prezioso camice.
Ecco, io non so che parte della nostra stoffa si stia staccando, se il colletto, i bottoni o la martingala, ma noi possiamo tenerti stretta nelle tasche, insieme ai nostri promemoria, alle graffette, al regolo del dolore (10, in tutte le scale), agli algoritmi PALS e ai nostri innumerevoli otoscopi scarichi.
E per quanto sia sincero e generoso essere felici per te, crediamo che non sarà mai più la stessa cosa.
Grazie e in bocca al lupo, esploratrice.

A Eleonora, con immenso affetto.
 

Annunci

Informazioni su Badev

Looking for poetry in this and that.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Continua a raccontarci il mondo, esploratrice.

  1. Pietro DiLegami ha detto:

    Ciao Ba’. Sempre un piacere mi prende quando un Pentolino mi viene a trovare e si fa leggere:attraversando gli occhi e va diretto nella zona della poesia, che da qualche parte esiste nell’emisfero sinistro (o destro? Forse in entrambi- anomalia di chi non è avvezzo a comprendere velocemente). Questa volta sarei felice di non arrivarci mai e di cullarmi tra le tue dolci parole velate di tristezza e di amore.
    Grazie di aver sempre voglia di farci entrare nella tua Poesia.
    p.

  2. graziaballe ha detto:

    Non si può che augurare insieme a te, ogni meravigliosa esplorazione ad una persona così cara e curiosa…
    Sarà bello per Eleonora essere sospinta e sostenuta da parole così piene di amicizia ed incoraggiamento 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...