Archivio dell'autore: Badev

Informazioni su Badev

Looking for poetry in this and that.

Tabellina dell’11

In fondo al telescopio c’è una bambina di undici anni che da qualche giorno ha messo l’apparecchio fisso ai denti e un prisma di plastica rigata sulla lente sinistra dei suoi occhiali. Sua madre, gonna a portafoglio sotto il ginocchio, … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 10 commenti

La bellezza delle balene a metà del salto

Dell’Islanda ricordo le mie carezze sulla criniera di un cavallo e code di balena che tramontano eleganti nell’Artico. Pochissimi elementi alla volta, per lo più in un orizzonte terra-aria o acqua-aria, quasi mai alberi o persone o voci o panchine, nessun … Continua a leggere

Pubblicato in Frequent flyer, Poetry, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , | 21 commenti

Il balzo del capriolo

Dice Saramago: “Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si era visto in estate, vedere di giorno quel che si era visto di notte”. Oggi … Continua a leggere

Pubblicato in Interior whereabouts, Poetry, Uncategorized | Contrassegnato , , , , | 29 commenti

Analisi del 2015

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog. Ecco un estratto: Una metropolitana a New York trasporta 1 200 persone. Questo blog è stato visto circa 5.700 volte nel 2015. Se fosse una metropolitana … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

Ceci n’est pas ma ville

  Mercoledi 11 novembre, sera, Parigi, Theatre de la Ville, è in scena il “Dyptique 6/7”. Nella penombra del palcoscenico sei corpi danzanti, vestiti di nero e nebbia, ripetono ipnoticamente un movimento all’unisono e solo le mani e i piedi sono … Continua a leggere

Pubblicato in Interior whereabouts | Contrassegnato , , , , , , , , | 24 commenti

La mia cugina acquisita olandese e il boerenkool

Mio cugino è nato e cresciuto a Roma ma, siccome a Roma non c’erano abbastanza facoltà per studiare all’Università, a diciannove anni se ne andò a Firenze. Quando poi fu il momento di innamorarsi perdutamente, anche le ragazze italiane non … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 22 commenti

La Lega Anseatica e la viaggiatrice perfetta 

Sul treno Bergen-Oslo certamente si può scrivere un post, perché ci vorranno almeno sette ore per arrivare, solo il finestrino mi distrae di continuo con le sue sfilate di boschi e torrenti, fiordi alti e bassi e casette di legno … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 35 commenti