Archivi categoria: Poetry

La bellezza delle balene a metà del salto

Dell’Islanda ricordo le mie carezze sulla criniera di un cavallo e code di balena che tramontano eleganti nell’Artico. Pochissimi elementi alla volta, per lo più in un orizzonte terra-aria o acqua-aria, quasi mai alberi o persone o voci o panchine, nessun … Continua a leggere

Pubblicato in Frequent flyer, Poetry, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , | 21 commenti

Il balzo del capriolo

Dice Saramago: “Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si era visto in estate, vedere di giorno quel che si era visto di notte”. Oggi … Continua a leggere

Pubblicato in Interior whereabouts, Poetry, Uncategorized | Contrassegnato , , , , | 29 commenti

Negli occhi dei gufi

L’orologio via dal polso, gli occhiali, la collana sul comodino, i gesti che spengono la luce. Il corpo solo, senza l’armatura del giorno, stanco ma ancora samurai, su un tatami di puro cotone, è soltanto nella tua mano che vorrebbe … Continua a leggere

Pubblicato in Interior whereabouts, Poetry | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 11 commenti

Quando sarò di neve

Mi starai per un attimo accanto anche quando sarò di neve? Mi fermerai sul viso orizzontale l’intimità della tua mano, il coraggio di una carezza senza risposta? Questo ci ha restituito il cambiamonete dell’esistenza solo pezzi da cinque in una … Continua a leggere

Pubblicato in Interior whereabouts, People around me, Poetry, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , | 19 commenti

Vermouth

Sul treno per Buenos Aires tu sia la fila di denti che mi sorride nel riflesso del finestrino. Che tu sia domani l’occhio bello, quello della cartolina dalle Magdalen Islands, la vocina con l’accento québécois che mi fa ancora sempre … Continua a leggere

Pubblicato in Poetry | Contrassegnato , , , | 9 commenti